giovedì 16 ottobre 2014

Oltre l'orizzonte

Vivo in montagna.
Per sapere cosa c'è oltre,devo salire in quota.
Devo alzarmi per vedere cosa mi sto perdendo.
Come nella vita,insomma. Per quanto tu possa cercare di vedere le cose oggettivamente,devi spostarti per capire cosa succede. Quando raggiungi la cima,trovi molto di più di ciò che ti potevi aspettare. Non ci si può fermare a ciò che rimane sempre vicino,alle notizie e ai fenomeni sempre vicini...perchè non è vita,non è libertà!
Fermarsi a questo vuol dire esistere e di questo sono capaci anche i sassi...ma visto e considerato che come esseri umani abbiamo la possibilità di avere qualcosa in più credo che si possa fare qualcosa per giungere ad esso. Anzi,è un onore,certo,ma anche un onere: come uomini dobbiamo sopravvalutarci, Siamo si animali,ma per qualche motivo noi ne abbiamo la consapevolezza,sappiamo cosa siamo...o almeno ci poniamo il problema.
E questo ci rende liberi. La libertà non è il poter fare qualunque cosa, ma avere la consapevolezza di essere e esserlo in un certo ambiente. Insomma l'uomo di per se dovrebbe essere libero. E non sto parlando quindi di libertà e di uguaglianza,non sto disquisendo sulla giustizia fra uomini, perchè secondo questa concezione è libero anche uno schiavo.perchè sa di esserlo. Ma c'è anche da dire che secondo questa concezione non esisterebbe superiorità di alcun genere, perchè se io so che per rimanere nella mia condizione ho bisogno che anche tu rimanga al mio stesso livello,per non giungere ad uno scontro che porterebbe entrambi a perdere il proprio status di libertà, non cercherò mai di sottometterti e, anche nel caso che ci provassi, non ne avrei la possibilità.
Perchè qualunque sottomissione al mondo si basa sull'ignoranza, sulla non consapevolezza del sottomesso.
Ma queste sono solo le divagazioni di una persona che non ha ne la voglia ne il coraggio di fare qualcosa perchè le cose vadano come dovrebbero,o come vorrebbe che andassero.
Ma se poco a poco tutto questo venisse preso in considerazione da altre persone,se altre persone avessero il coraggio di salire sulla montagna e prendere consapevolezza di chi sono in questo mondo, sarebbe già una piccola rivoluzione, almeno nel pensiero.

"O resterai più semplicemente dove un attimo vale un altro senza chiederti come mai,
continuerai a farti scegliere o finalmente sceglierai".