martedì 14 ottobre 2014

[20.03]

Si continua a dire che con certa gente non bisogna parlare dei propri affari,ma poi siamo i primi a cercare queste persone per lamentarci dei nostri problemi...
Per sentirci al centro dell'attenzione,anche se questa è negativa; siamo come cani che VOGLIONO mangiarsi la coda per potersi lamentare del dolore.Ma non riesco più a uscirne. A stare bene intendo...Anche se le cose mi vanno bene,sento che qualcosa non va. E' come se per ogni cosa bella me ne dovesse accadere una brutta come punizione! Ecco! Proprio così,mi sento in colpa ad essere felice,e per questo cerco di capire cosa ho sbagliato...anche se di sbagliato realmente non c'è niente!

Più punti spunto come giusti,più l'unico sbagliato mi sento proprio io. Così mi estraggo dall'equazioni e faccio crollare tutto. Ma oramai ho provato qualunque soluzione: ho provato ad astrarmi;ho provato ad essere simpatica; ho provato ad essere simpatica e astratta. Ma niente. La felicità non arriva mai da sola. Percui mi chiedo: aveva ragione Leopardi o sono solo io a cercare più la sofferenza che la felicità? E' questo che chiedo a voi. Ma soprattutto,Perchè? Perchè non arrivano mai al momento giusto le cose? Magari non è la situazione a non andare bene,bensì noi che ci convinciamo di ciò.....